Vai a sottomenu e altri contenuti

SUSSIDIO ECONOMICO A FAVORE DI PERSONE CON DISTURBO MENTALE

Si tratta di sussidi economici erogati dalla Regione tramite i Comuni a favore di cittadini che possiedono i requisiti richiesti relativi alla tipologia del disturbo mentale ed al reddito percepito.
La richiesta deve essere presentata al Comune di residenza e l'eventuale beneficio viene riconosciuto a partire dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Requisiti

Possono beneficiare del sussidio le persone affette da una delle patologie psichiatriche previste dalla normativa di riferimento e che siano assistite dal Dipartimento di Salute Mentale o dal Servizio di Neuropsichiatria Infantile o da Cliniche Universitarie di psichiatria. Le infermità riconosciute sono le seguenti: · schizofrenia (catatonica, disorganizzata, paranoidea, indifferenziata, residua), ad andamento cronico; · disturbo delirante paranoide ad andamento cronico; · disturbo depressivo maggiore ad andamento cronico; · disturbo bipolare dell’umore (depressivo, misto, maniacale) ad andamento cronico; · autismo;

Costi

La Regione annualmente stabilisce l’importo massimo dell’assegno mensile e il limite di reddito imponibile della famiglia di appartenenza nel caso si tratti di minori, beneficiari dell’amministratore di sostegno, interdetti o inabilitati. La quota mensile spettante è il risultato della differenza tra l’importo dell’assegno mensile stabilito dall’assessorato regionale e il reddito individuale percepito che include tutte le entrate comunque conseguite, comprese le erogazioni assistenziali per invalidità civile ed i trattamenti pensionistici, escluso l’assegno di accompagnamento. Per quanto riguarda i minori, i beneficiari dell’amministratore di sostegno, gli interdetti o inabilitati deve sussistere un ulteriore requisito relativo al reddito imponibile del nucleo familiare di appartenenza che non dovrà essere superiore al limite massimo stabilito dall’assessorato.

Normativa

· legge regionale n. 15 del 27.08.1992 - Nuove norme inerenti provvidenze a favore degli infermi dimente e dei minorati psichici residenti in Sardegna

Documenti da presentare

Per la concessione del sussidio i soggetti interessati devono compilare il modulo di domanda predisposto dal Comune che comprende una parte riservata alla ASL in cui il Servizio Sanitario che lo ha in cura deve attestare la presa incarico per una delle infermità previste dalla norma.
Allegata alla domanda deve essere presentata la dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante il reddito complessivamente percepito nell'anno precedente a quello in cui sta formalizzando la richiesta.
Il Comune in collaborazione con le equipe sanitarie di riferimento definisce nel Piano di Intervento Personalizzato (PTAP) tempi e obiettivi per la eventuale concessione del sussidio economico.
Accertati i requisiti e compilato il PTAP il Comune provvede all'impegno di spesa per l'anno in corso e eroga il contributo con cadenza mensile , nei primi giorni del mese successivo cui si riferisce.

Incaricato

Giovanna Delogu

Tempi complessivi

30 gg

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
SUSSIDIO ECONOMICO A FAVORE DI PERSONE CON DISTURBO MENTALE Formato pdf 93 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto